Il 90% delle volte in cui convido con voi la mia opinione riguardo un prodotto ecobio, naturale o con buon inci, questa risulta essere positiva: non perché io abbia chissá quale potere sovrannaturale, ma grazie al fattore “C” e ad una buona lettura degli ingredienti, ho avuto estrema fortuna nel trovarmi sempre bene con tutti i prodotti da me tesati. Tuttavia, se la matematica non è una opinione, rimane quel 10% di insoddisfazione post-acquisto, che terrei a nominare con un magnificoma perché ci ho speso dei soldi per ‘sta cosa inutile?!”. Il momento in cui ti rendi conto di avere tra le mani un prodotto vuoto, è il momento che non auguro di vivere a nessuno (quanto sono teatrale!), perché è lì che capisci che, se avessi speso quei soldi in una gara di biglie nel deserto o se li avessi gettati giù nel pozzo Irlandese, sarebbe stata la stessa identica cosa; solo che, probabilmente, nelle ultime due ipotesi almeno ti saresti divertito. Badate bene: non sto parlando di quei prodotti che non hanno soddisfatto le aspettative o che si sono rivelati mediocri, no. Parlo di quei prodotti che preferiresti utilizzare come condimento piuttosto che continuare a dover vedere il risultato sulla tua pelle o capelli. Insomma, quei prodotti che non riesci a finire e che devi buttare o, in alternativa, trovare qualche anima pia che sia disposta a provare il brivido dell’avventura nell’utilizzare un prodotto che sa bene che fa male il suo dovere.

Ho deciso di racchiudere in questo articolo i miei 5 prodotti ASSOLUTAMENTE FLOP, che non riesco neanche a guardare senza che mi prenda l’urticaria. Questi 5 prodotti sono un flop in quanto non sono l’unica ad aver avuto brutte esperienze con le formulazioni: ho raccolto le esperienze negative di varie consumatrici e mie amiche. Non voglio avere pretese di universalità, sia chiaro, dunque non prendete per oro colato questa lista, ma, sappiate che, se mai voleste provare questo prodotti e vi trovaste bene, dovrete correre qui a dirmelo, però se vi doveste trovar male…bhe….Io vi avevo avvertito.



Di due prodotti non avevo i vuoti, dunque vi dovrete accontentare delle foto prese dai siti ufficiali. Perdonatemi.



• Salviette struccanti Natura Dolce


Le salviette del demonio: non- struccano-nulla. NULLA. Passarsi una salvietta igenizzante per le mani, sul viso truccato, credo sia la medesima cosa, se non meglio. Neanche strofinando con la violenza di una smerigliatrice riuscirete a far sciogliere un sottilissimo strato di BB cream della PuroBio. Un prodotto apparentemente perfetto: economico, bio certificato, buon inci ricco di estratti, confezione salva salviette e zero bruciore o pizzicore agli occhi; ma, gente, non toglie neanche il trucco minerale! Preferisco un prodotto che fa quello che dice, magari bruciandomi gli occhi, piuttosto che uno che non fa nulla ma non brucia. Lascia inoltre una strana sensazione di appiccicaticcio sul viso, anche dopo esserselo lavato. Vi garantisco che la delusione è stata tanta, perché 25 salviette costano 1,29€ da Tigotá (udite udite! Ha aperto lo shop on line): è un prezzo irrisorio, ma sono a mio avviso soldi sprecati. 

• Balsamo biologico all’olio di Sapore dei Provenzali Bio


Accorrete, signore e signori! Venite ad osservare il balsamo che sporca i capelli, con una confezione talmente dura che vi dovrete rompere qualche falange per far uscire del prodotto! Accorrete ed osservate con i vostri occhi! Non avrei mai pensato di odiare un prodotto così tanto come questo, che, come gli altri prodotti, mi ispirava tanta fiducia e risultati ottimi: vegan ok, cruelty free, inci verde, made in Italy, formulato per rinforzare, districare ed ammorbidire la chioma. Tutto perfetto apparentemente. Oltre ad avere un packaging totalmente scomodo per via dello spessore della plastica, che non permette un’agevole fuoriuscita di prodotto, la formulazione stessa, ricca di burri e con una minima parte di mucillagini, fa sì che il prodotto tenda a dividersi in più fasi all’interno della confezione stessa, facendo uscire prima della parte burrosa la fase acquosa. Come se non bastasse, il prodotto rende i capelli pesanti, annodati e terribilmente sporchi. Quasi impossibile da risciacquare, viene assorbito dai capelli, che alla fine sembrano incollati a ciocche anche dopo ore sotto l’acqua. Ho provato ad usarlo in tutti i modi: tanto, poco, su capelli asciutti, bagnati, lavati, sporchi, ma niente… sempre lo stesso risultato. Forse, e dico forse, potrebbe andare bene per chi ha i capelli crespissimi, ma, come ho già detto prima, ho riscontrato anche in altri consumatori questo inaccettabile difetto per un balsamo da 200ml che viene 6/7€ e facilmente reperibile anche al supermercato.


• Spray volumizzante Lavera


Se entraste in un negozio e vi vendessero una bottiglia di acqua profumata per 5€, accettereste? Suppongo di no. Bene: invece è proprio quello che fareste, se decideste di acquistare questo spray. Regalatomi dalla mia amica Diletta, che lo aveva comprato in contemporanea per lei, entrambe non riuscivamo a credere quanto, pur avendo dei capelli completamente diversi, questo prodotto avesse su entrambe lo stesso effetto: il niente. Pur contendendo estratti di cheratina vegetale, caffeina, arancio dolce e thè verde, che dovrebbero ristrutturare, avvolgere, rinforzare e volumizzare cute e capelli, vi posso giurare che, se prendeste dell’acqua zuccherata (perché come se non bastasse è anche appiccicaticcio questo spray) con della fragranza all’arancia e ve la spruzzaste sui capelli umidi, l’effetto sarebbe assolutamente uguale, cioè nullo. Ed io che mi preoccupavo dell’ alcool in formula; si fosse sentito almeno! Un peccato davvero, visti gli ingredienti, ma ho letto su internet di tantissime altre persone che si sono trovate nella nostra stessa situazione: 150ml di acqua ed alcool profumato al costo di 5€: davvero troppo.
•Maschera fresca Viso Cosmetic warrior Lush

Allora, voi ormai sapete il rapporto di odio/amore che mi lega alla Lush e questo è uno degli esempi di quello che io considero un prodotto NO grosso come una casa. Questa maschera fresca l’ha comprata la mia amica Diletta (ho pochissimi amici, lo so), e, quell’infame, quando si è accorta che non era assolutamente fattibile finire un prodotto simile da sola, me l’ha prestata per finirla, senza dirmi a cosa andassi incontro: un odore nauseabondo davvero insostenibile di uova, tea tree ed aglio. Io sopporto qualsiasi odore, ma tenere 10 minuti sul viso questa maschera è una sofferenza per le mucose e lo stomaco. Se almeno lo strazio olfattivo valesse un risultato degno di nota, sarei anche disposta. Ma così, no! Cosmetic Warrior è pensata per pelli problematiche ed acneiche: asciugando le impurità, senza seccare, dovrebbe rendere la pelle tonica, purificata e morbida, ma non è successo nulla di diverso dal farsi una maschera con del miele e dell’argilla bianca, oltretutto con un odore insopportabile. 75gr di prodotto a 10,25€ nelle botteghe Lush o on-line è un prezzo esorbitante, tra l’altro. Allo stesso prezzo avrei preferito un’altra maschera fresca Lush!
• Shampoo Argan e mandorle Alverde 


Lo shampoo per capelli secchi che secca i capelli e dopo un giorno dal lavaggio fa l’effetto rebound. Farebbe faville sul mercato cosmetico, ma, tranquilli, esiste già ed è questo prodotto Alverde. Il mio viaggio a Vienna lo scorso anno aveva portato ad un acquisto compulsivo di prodotti ecobio Alverde, perché convinta fossero identici a quelli Alterra (mai convinzione fu più sbagliata), del quale poi mi sono pentita all 70%. I prodotti per capelli sono stati la delusione maggiore: questo shampoo ne è la prova. Formulato per capelli fragili e secchi, il prodotto lava eccessivamente la cute, senza lenirla o nutrirla, mentre allo stesso tempo riesce a seccare ed ingessare le lunghezze: su ogni tipo di capello il risultato non cambia. Seppure costi poco più di 1€ per 200ml, lasciatelo sullo scaffale… è un consiglio.

E voi cosa ne pensate? Avete anche voi una lista dei flop del secolo? Oppure avete qualche prodotto da utilizzare? Fatemi sapere e buon cestina cestina! 😍

Vi ricordo che potete seguirmi su Instagram come @the_strange01 e su Facebook come @Rocknbio

Stay rock’n’bio!!

Ringrazio Francesca per la correzione bozze.

Annunci

21 pensieri su “5 FLOP prodotti ecobio, naturali e con buon inci: quelli da NON comprare mai!

      1. Giuro! L’ho anche recensita: riccio, spessore normale e crespo. Il balsamo l’ho trovato molto cremoso, usciva senza problemi e mi districava i capelli molto bene. Non me li sporcava e non mi ha dato nessun problema, che io mi ricordi. Infatti quando ho usato la maschera sono rimasta delusissimissima 😠😱 non sai quanti capelli mi scippavo per districare i nodi!!

        Liked by 1 persona

  1. Grazie delle dritte!
    Se vuoi, te ne aggiungo uno: io sto trovando inutile il deodorante dei provenzali bio all’aloe (https://www.google.it/search?q=deodorante+bio+aloe+provenzali&newwindow=1&espv=2&biw=1600&bih=775&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ved=0ahUKEwi9sfiHn6HOAhXC0RoKHYlsCL4QsAQIHg#imgrc=6znHdBXjQVp59M%3A).
    E’ vero, è estate e si fa presto a sudare, ma questo è proprio come non averlo. Anche poco dopo essersi “docciati” e deodorati, se devi uscire è meglio rimetterlo addosso. Una delusione 😦

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...